Quinto quarto in un cuore di pacchero....

...oggi: cuore! Avrei potuto postare il giorno di San Valentino...ma ho pensato non fosse il caso!!
Visto il cuore dal macellaio l'ho comprato...sono tornata a casa, ho aperto il pacchetto e ho iniziato ad osservarlo: è un qualcosa di diverso da un semplice pezzo di carne, come se vi fosse racchiuso un mistero...ha un suo fascino e così, non avendolo mai cucinato, ho iniziato a pensare ad una ricetta un po' più adatta a lui, che sapesse rappresentare la sua eleganza e il suo mistero...la sto facendo troppo lunga? Chissene: trovatevi davanti a un cuore e poi ne riparliamo...c'è un qualcosa di blasfemo nel tagliarlo a pezzettini...ma purtroppo l'ho fatto ed ecco il risultato. C.


Cosa serve:

1 cuore di vitellone (non l'ho pesato...)
2 porri
brandy
200g formaggio asiago
500g paccheri
400ml panna liquida
olio
sale
pepe

Privare il cuore di tutti i grassetti, delle cartilagini e delle corde tendinee e tagliarlo in piccoli quadratini. Sciacquare i porri, tagliarli a rondelle sottili e stufarli a fuoco molto basso con 4 cucchiai d'olio. Se vedete che tendono ad asciugarsi troppo aggiungere dell'acqua. Quando vedrete che si sono ammorbiditi, alzate la fiamma ed aggiungete il cuore. Saltare velocemente a fuoco vivo, sfumare con un goccio di brandy, aggiustare di sale e pepe. Far evaporare e spegnere il fuoco.
Grattugiare con una mandolina a fori larghi l'asiago.
Portare a bollore l'acqua, buttarvi i paccheri e lasciarli cuocere al dente...3 minuti prima del tempo di cottura scolarli.
Qui inizia il bello.  Allineare i paccheri in verticale e infilarvi all'interno un po' di asiago e poi il cuore insieme al porro, altro asiago fino a riempire il pacchero...andare avanti fino alla conclusione dei paccheri (un po' di pazienza!!).
Metterli in una pirofila ben stretti, cospargere con panna, parmigiano e un pizzico di sale.
In forno a 180° per 30-35 minuti. Quando vedrete che la panna si è asciugata un po', prima che si abbrustoliscano troppo sopra toglierli dal forno.
Per la foto ho preparato una mono porzione, le dosi sono per una pirofila ovale per 6 persone.


E questo è il cuore:



Con questa ricetta partecipo al contest di Cristina e Sabrina

Commenti

  1. E' la prima volta che mangiare un cuore mi intrigherebbe :-) Ciao

    RispondiElimina
  2. che buon piatto, mi piace molto il cuore. Buona serata :)
    Rosalba

    RispondiElimina
  3. No, se mi fai mangiare i paccheri così come li hai fatti, ma crudeli, senza cuore,.... Un bascio!

    RispondiElimina
  4. Sei troppo forte!!!! Grazie grazie grazie :-)

    RispondiElimina
  5. un piatto cucinato con il cuore;)ahahaha comunque per S. Valentino sarebbe stato geniale tra tutti i cuoricini rosa e carini!;)un piatto interessantissimo.rimango sempre piacevolmente incantata dalle tue creazioni lo sai...:)bacio grande

    RispondiElimina
  6. La presentazione mi piace tantissimo ma per me assolutamente senza cuore :) Buona domenica.

    RispondiElimina
  7. non ho mai adoperato il cuore di vitellone e la cosa mi incuriosisce molto

    RispondiElimina
  8. Presentazione davvero bellissima brava !Mi piace molto come hai legato questi ottimi paccheri...sono molto raffinati ciao Lia

    RispondiElimina
  9. Mangio di tutto ma il cuore non l'ho mai assaggiato. La presentazione è bellissima.

    RispondiElimina
  10. Ciao! Piacere di conoscervi sono paola del blog cookingedintorni.blogspot.it, sono passata qui per caso e ho deciso di diventare una vostra lettrice perchè questo spazio mi sembra molto particolare e intrigante. Bello il modo in cui sono stati presentati i paccheri, complimenti! Un abbraccio
    paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! In contemporanea ho ricambiato con piacere la visita...un abbraccio e buona cucina! Cri

      Elimina
  11. Grazie a tutti per i complimenti...mi rendo conto che non propongo piatti di facile gestione, a me personalmente crea una certa difficoltà il mangiarli...ma allo stesso tempo mi diverte mettermi alla prova e conoscere sapori nuovi! Notte a tutti cri

    RispondiElimina
  12. Buono questo piatto anche io mangio il cuore per cui non mi sconvolge...mi piace come l hai bagnato e presentato davvero interessante. Complimenti buona giornata e grazie di essere passate da me.

    RispondiElimina
  13. Ciao Cri :) Innanzitutto grazie per gli auguri e scusami se non sono tanto presente come vorrei ma sono giorni pienissimi... faccio quel che posso :) Complimenti per questo piattino straordinario (come tutti quelli che fai, hanno sempre classe e originalità, mi piacciono molto) che apprezzo tanto ma ti dico la verità... il cuore non ce la faccio a mangiarlo... limite mio... Un bacio e a prestissimo, spero di tornare attiva e presente al più presto ;) Buon inizio settimana! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dovevi: tranquilla....spero che tutto ritorni presto alla normalità! Un bacio cri

      Elimina
  14. c'est si bien présenté

    RispondiElimina
  15. Cristiana complimenti per la preparazione e la presentazione di questo piatto davvero invitante. Io h o il mio llimite, non riesco a mangiarlo anche se ho provato più volte.
    Ti abbraccio e ancora complimenti, hai sempre proposto molto originali e ben costruite

    RispondiElimina
  16. Davvero originale; il cuore lo cucino davvero poco, da provare questa tua deliziosa ricetta, grazie!!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari