lunedì 4 marzo 2013

Crumble di quinoa soffiata




L'endometriosi. In molti non sanno neanche di cosa si stia parlando. In effetti è una malattia subdola, di quelle in cui stai male ma nessuno lo vede...che a volte può essere una fortuna, ma altre può rendere la cosa più difficile....ti lamenti e ti dicono che sei esagerata, hai il ciclo doloroso e ti dicono che sei una rompiballe, provi per mesi ad avere un figlio e ti dicono di non pensarci: "Rilassati e vedrai che poi arriva"...poi ti rigirano come un pedalino e trovano che sei affetta da endometriosi. Il trattamento? Prevalentemente chirurgico...con il rischio di doversi operare più di una volta. Cos'è? Più o meno il formarsi di tessuto endometriale al di fuori dell'utero, eccessiva produzione che va a compromettere la fisiologica funzione dell'apparato riproduttivo.
Cura? Poco e nulla...si è visto che seguendo un'alimentazione particolare si può tenere a bada, soprattutto eliminando gli alimenti ricchi di fitoestrogeni (come la soia)...
Non ho possibilità di stare tanto al computer, spero di avervi fatto almeno venire la curiosità di approfondirte l'argomento...
Questa è una ricetta che potrebbe andare...buona giornata C.


Cosa serve:

2 pere
2 mele
50g ribes rossi
1 cucchiaio di zucchero di canna integrale
succo di limone

Per il crumble:

150 g di quinoa soffiata
80 g burro di mandorla
60 g zucchero di canna integrale

Accendere il forno a 180°.
Tagliare a cubetti le pere e le mele. Aggiungervi il ribes sgranato. Spolverizzare con lo zucchero di canna e il succo di limone. Mettere in una pirofila che possa andare in forno. Mischiare la quinoa con il burro di mandorle (basta frullare le mandorle fino ad ottenere una crema) e lo zucchero di canna. Mettere il composto sopra la frutta e infornare per 45 minuti circa.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta de La cucina della capra

21 commenti:

  1. Questa ricetta è una MERAVIGLIA. Adoro la quinoa.. così non l'ho mai gustata e tengo ben presente la tua ricetta.. purtroppo so cosa sia l'endometriosi. E trovo bello che tu faccia un po' di informazione, perchè è davvero terribile.. Un bacione immenso e un abbraccio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...eccomi: grazie, sei sempre presente e piena di complimenti! Un abbraccio cri

      Elimina
  2. Ma che splendida idea il crumble di quinoa ! Lo userò come copertura di una torta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...credo possa andare: studia bene cosa usare come "legante" perché il burro di mandorla in questo caso va a dare più che altro sapore alla frutta, non vorrei che alterasse la tua torta! un bacio cri

      Elimina
  3. Purtroppo so che cos'è perché ne è affetta una mia cara amica...questo piatto mi sembra ottimo non solo per la dieta di chi ha questo problema ma per tutti! Delizioso!!

    RispondiElimina
  4. Ricetta trepitosissima, mi piace da matti anche nella sua presentazione!!!
    e purtroppo so di cosa parli perchè tantissime persone a me care ne sofforno :(( brava a parlarne!

    ti abbraccio stretto!

    RispondiElimina
  5. Ma che meraviglia di ricetta cri!!! Poi presentata in maniera veramente chic! Un bascio!
    PS Grazie delle info sull'endometriosi

    RispondiElimina
  6. Ciao Cri :) L'endometriosi... se ne parla sempre poco... grazie :) Adoro la quinoa soffiata, la mangio spesso a colazione e ci ho fatto anche una cheesecake, caramellandola... la trovi sul blog ;) Questo crumble è delizioso, prendo nota ;) Un abbraccio forte, buonanotte :* <3

    RispondiElimina
  7. Mi piace un sacco la quinoa! Molto carino il tuo blog: mi sono iscritta! Se ti va passa a trovarmi anche tu. A presto!

    RispondiElimina
  8. Sono dell'idea che avere un blog sia anche questo, avere la possibilità di sensibilizzare la gente su argomenti delicati come questo... quindi apprezzo il tuo gesto e apprezzo la tua condivisione di una ricetta deliziosa che mira a tenere a bada un problema ma senza perdere in bontà...
    Ti abbraccio,
    More

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Morena...ora che sono di nuovo in possesso di una connessione vado a dare un'occhiata da te...baci cri

      Elimina
  9. ma...non conoscevo questa malattia Cri!deve essere terribile cavolo!mi informerò meglio.intanto grazie di aver condiviso sai!inutile dirti che il piatto è sublime ed è bellissimo!bacio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....l'idea non è venuta a me, è la settimana dell'endometriosi e si è creato un gruppo su facebook...non so indicarti come trovarlo (sono una frana), ma lì ci sono tante informazioni...baci cri

      Elimina
  10. sono colpita da questa tua sensibilizzazione su un argomento tanto delicato e mi hai sicramente stimolato ad approfondire la questione. Perciò grazie,, grazie mille.

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia di ricetta, e che meravigliosa iniziativa! grazie grazie grazie! Ho una cugina splendida che ne soffre e non vedo l'ora di ricapitolare la raccolta di tutte queste ricette stupende per farle un regalone! un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava...anche perché ne stanno venendo fuori veramente tante...brava ad Elisa! baci cri

      Elimina
  12. mmm che ricettina e che blog stupendo!mi unisco ai tuoi lettori.
    passa a trovarmi:
    www.dolcementeinventando.com

    RispondiElimina
  13. Bellissima ricetta, la proverò sicuramente....seguo la dieta del dott. Mozzi e sono sempre alla ricerca di idee soprattutto per la colazione...:-)
    Mi unisco al coro delle tue lettrici: passa a trovarmi, ma davvero...ho un B&B...:-)
    Buon lavoro e buona giornata!

    RispondiElimina
  14. Bellissima ricetta, la proverò sicuramente....seguo la dieta del dott. Mozzi e sono sempre alla ricerca di idee soprattutto per la colazione...:-)
    Mi unisco al coro delle tue lettrici: passa a trovarmi, ma davvero...ho un B&B...:-)
    Buon lavoro e buona giornata!

    RispondiElimina