martedì 23 aprile 2013

Tahini bread

Tra le varie scorte alimentari ho un vasetto di tahin in frigo da un bel po' di tempo e per trovargli una giusta collocazione sono andata alla ricerca di questo pane mangiato anni fa sulla terrazza di un bed and breakfast in Turchia, con affaccio su un lago meraviglioso (di cui ovviamente ho scordato il nome)...mi ricordo solo questa colazione condivisa con una ragazza israeliana appena reduce dal servizio militare obbligatorio, che aveva deciso di prendersi un anno di stop in giro per il mondo...ricordo il pane (e come ti sbagli), gli occhi verdi e luminosi di lei, il lago dalle fattezze alpine e il mercato delle tribù locali sullo sfondo...buona giornata C.


La ricetta l'ho presa qui, queste le conversioni in grammi:

900g di farina manitoba
200g di pasta madre rinfrescata tre volte (nell'originale 1 bustina di lievito di birra granulare)*
250 ml di latte
80 ml di olio d'oliva
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaio di zucchero
acqua
* la PM la rinfresco tre volte perché la mia sta chiusa in frigo per 5 giorni...potendo, per questioni di tempo, panificare solo di weekend! Ovviamente se il vostro uso è più frequente non è necessario...

Per la farcia:

120 g di tahin
120 ml di olio d'oliva
250 g zucchero

Per l'esterno:

1 tuorlo
un po' di latte
semi di sesamo



Scaldate il latte e farvi sciogliere il lievito. Aggiungere la farina, l'olio, lo zucchero e il sale. Far lievitare fino al raddoppio.
...di qui in avanti faccio la pigra e vi rimando a l'originale dove c'è il passo passo sicuramente più chiaro di me...
Comunque bisogna formare 12 palline, stenderle e mettervi al centro un impasto formato da olio, zucchero e tahin; richiudere ed arrotolare. Spennellare con tuorlo e latte e cospargervi dei semi di sesamo.
In forno a 180° per 25 minuti circa.





Con questa ricetta partecipo al contest di L'ennesimo blog di cucina...


...e alla raccolta ...indovina chi viene a cena?

22 commenti:

  1. Che storia bella questo pane Crì, mi sono immaginata tutta la scena.
    in bocca al lupo per il contest e a prestissimo :)

    RispondiElimina
  2. considerato quanto mi piace il sesamo e ilsuo gusto devo provarli;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...in effetti deve piacere il sapore della tahin...

      Elimina
  3. Era per caso il lago di van? posti meravigkliosi e una ricetta che dovrò rifare al più presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....brava e grazie: sono andata a vedere le foto ed è proprio lui! Ho un difetto: posso ricordare perfettamente un odore, un volto, un sapore...ma coi nomi sono una frana! cri

      Elimina
  4. Mamma mia fantastici questi panini davvero particolar!!! e belli pure!!! bravissima

    RispondiElimina
  5. Ciao ragazze! che bello questo pane! io adoro i lievitati e di questo mi piace tantissimo anche la forma! brave!un bacio
    maddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie...anch'io sono una fan dei lievitati...anche se c'è tanto da imparare! cri

      Elimina
  6. Un bel post,ed un pane fantastico e benedetto!
    Z&C

    RispondiElimina
  7. Ma che belli questi paninetti!!! Bravissima come sempre... :-) bacio

    RispondiElimina
  8. Uh ma che buoni che devono essere! Mi ispirano un sacco! :)

    RispondiElimina
  9. ciao cara!! ricordo anche io questo pane assaporato in un viaggio ad Istanbul, e vedendo le tue foto mi sembra quasi di risentirne il profumo!!

    un bacione
    sabrina

    http://mycherrytreehouse.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie...ho una gran voglia di tornare, dai racconti di amici so che è cambiata molto...spero non abbia perso il suo fascino...cri

      Elimina
  10. Tesoro, non ho tahin con me ma questi paninetti mi ispirano un sacchissimo.... ma perchè la pasta madre deve essere rinfrescata tre volte? In quanto tempo? Un bascio grande gioia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora vado a spiegarlo anche nel post: diciamo che il tempo per il pane è poco ed è un lusso che mi concedo nel fine settimana, quindi la mia PM resta in frigo per 5 giorni...insomma giusto per farle prendere un po' d'aria! Sui tempi mi regolo sul raddoppio...quando raddoppia procedo col secondo rinfresco e poi col terzo...notte cri

      Elimina
  11. Oh che bello un'ottima ricetta per usare la mia PM.
    Siete bravissime e il vostro blog è meraviglioso.
    Grazie per l'amicizia su FB.
    A prestissimo.
    Miky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati...anzi scusa ho fatto tutto tramite celle poi mi sono scordata di passare per un saluto "vero"! Notte cri

      Elimina
  12. sono veramente magnifici realizzati con grende cura, i viaggi sanno ispirare cose meravigliose

    RispondiElimina
  13. belli, bellissimi, bellissimissimi e originalissimi!!! grazie ragazze!!!
    Sandra

    RispondiElimina
  14. Msamma mia che forma stupenda, viene voglia di provarli subito!!!
    Complimenti ciao
    Donatella

    RispondiElimina
  15. Very nice and interesting breads!

    RispondiElimina