venerdì 18 aprile 2014

Sablé allo stilton gluten free

Giornata nera.
 Difficile vedere la persona che ami impotente, stanca, delusa, spaventata e non saper che fare.
La stessa sensazione di quando si vuole proteggere un figlio da un dolore: lo si vorrebbe abbracciare e nascondere...fino a quando sono piccoli ci si riesce..
Lo vedo con mia madre che si affanna per noi tre, adulti, ognuno con le sue rogne...ed io che mi innervosisco proprio perché sono adulta e vorrei non aver bisogno di lei, di nessuno...e mi dispiace perché so che lei prova quello che provo ora nei confronti di mio marito e che proverò ogni volta che vedrò un mio figlio ferito...passerà..come sempre passerà...
Oggi è venerdì Santo...non si dovrebbe pensare al cibo, ma spero che lassù si chiuda un occhio.
Cri



Ingredienti:

110 g di burro a centrifuga (vedi questo post) freddo
130 g di formaggio Stilton
170 g di farina di riso
senape in granuli 1 cucchiaio circa
mandorle a lamelle

Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formare con l'aiuto delle mani due salsicciotti, arrotolarli sulle mandorle e riporre in frigorifero per una notte.
Accendere il forno a 180 °C.
Riprendere i rotoli, tagliarli dello spessore di mezzo centimetro, disporli su una placca da forno imburrata e farli cuocere per circa 15 minuti.






Con questa ricetta partecipo al contest di Patty e...






10 commenti:

  1. Ti auguro con tutto il cuore che possiate ritrovare presto serenità: siamo in troppi ormai in questa condizione. Bisogna iniziare a esigere un cambiamento, e noi per primi dovremmo trovare la forza per innescarlo, anche se le forze ce le hanno levate quasi del tutto.
    Speriamo che la Pasqua porti un messaggio di speranza concreta..

    RispondiElimina
  2. Spero che le cose si risolvano.........
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  3. Speriamo che tutto si metta per il meglio! !!!
    Auguri di una serena Pasqua a te e alla tua famiglia!!!!!

    RispondiElimina
  4. Non è mai bello vedere i nostri cari soffrire e non sapere come poterli aiutare. Spesso il nostro silenzio e il nostro caloroso amore è la risposta e la soluzione migliore. Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  5. Sembrano molto buoni :)

    RispondiElimina
  6. Cristina, ti auguro di trovare la forza e la serenita' che stai cercando, vedrai che le cose andranno per il meglio e intanto la cucina e'un ottima valvola di sfogo :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Essendo partita proprio venerdì scorso, arrivo solo oggi a vedere questo post. Spero che le cose si siano sistemate adesso, ma è proprio vero, ai figli e al marito si vorrebbero risparmiare tutti i dolori… purtroppo è impossibile, ma conosco la tua sensazione e ti sono vicina <3
    I sablé sono meravigliosi e mi chiedo perché non li hai mandati anche per il mio contest sulle mandorle… ;)

    RispondiElimina
  8. Cosa devo dire...mi hai lasciato con l'ansia e spero che oggi tu possa vivere la tua giornata con maggiore serenità. Nel frattempo io mi godo questi meravigliosi sablé, che oltre ad essere buoni (e ne sono certa) sono di una bellezza senza eguali.
    In bocca a lupo mia cara. Ti inserisco fra la pasticceria salata.
    Baci grandi. Pat

    RispondiElimina