Pasta al nero di seppia con scampi e lupini

Quando Caris ha promosso l'evento PomOrosso d'Autore la fantasia ha cominciato a viaggiare com'è mio solito: trovare un qualcosa di nuovo che abbini pasta e pomodoro è impresa ardua, ai limiti dell'impossibile, almeno per una come me che cucina in maniera casalinga style.
Tanto per mantenere la promessa ho deciso di presentare un piatto che di strano non ha nulla, ma che "è cucinato" e che di buono ha tanto.



Pasta al nero di seppia con lupini, scampi e...pomodoro

500 g di spaghetti (nel mio caso Verrigni)
1 seppia
700 g di scampetti
1 kg di lupini
400 ml di passata di pomodoro
aglio
30 g di basilico
40 g di mandorle
3 spicchi d'aglio
olio extravergine di oliva
1/2 carota
1/2 cipolla
1/2 costa di sedano
sale e pepe


Pulite gli scampetti, privandoli della testa. Una volta tolta spremetene il contenuto in un piatto e tenete da parte. Eliminate il carapace e l'intestino.
In una padella versate un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva e uno spicchio d'aglio privato dell'anima. Fate prendere calore, senza che l'aglio prenda colore. Aggiungete il contenuto delle teste e qualche cucchiaio di passata. Fate cuocere pochi minuti, unite gli scampetti, proseguite la cottura per altri due minuti e mettete da parte.
Con le teste rimaste e i carapace preparate un fumetto. Fate rosolare cipolla, sedano e carota tritati grossolanamente in un cucchiaio d'olio extra vergine di oliva. Aggiungete le teste i carapaci degli scampi e fate insaporire assieme a un paio di cucchiai di passata di pomodoro. Aggiungete del ghiaccio (due vaschette da freezer). Portate a bollore e fate restringere.

Preparate il pesto. Lavate le foglie di basilico e asciugatele. Trasferitele in un mixer, aggiungete una puntina di aglio, le mandorle e cominciate a lavorare col mixer ad immersione. Aggiungete l'olio extra vergine di oliva fino a quando non avrete ottenuto un pesto dalla consistenza abbastanza densa.

Fate aprire i lupini. Fate imbiondire una testa d'aglio con una foglia di basilico. Versatevi i lupini, coprite e fateli aprire. Una volta aperti, fateli raffreddare, eliminate i gusci e tenete da parte. Filtrate il liquido di cottura e tenete da parte anche quest'ultimo.

Pulite la seppia, facendo attenzione a non rompere la sacca contenente l'inchiostro.
Tagliatela a listarelle sottili. Scaldate un paio di cucchiaio di olio extra vergine di oliva in una padella capiente, che possa contenere tutta la pasta. Fatevi imbiondire uno spicchio d'aglio privato dell'anima ed unitevi le seppie. Dopo pochi minuti unite la sacca d'inchiostro e amalgamate il tutto. 

Portate abbondante acqua a bollore, aggiungete il sale ma con moderazione. Gettatevi la pasta.
Nel frattempo unite alla seppia il pesto e gli scampetti. Cinque minuti prima del termine della cottura unite la pasta e proseguite risottando con il fumetto di scampi e l'acqua di cottura dei lupini (assaggiatela prima dovesse essere troppo salata).
Portate in tavola ben caldo. 

Commenti

  1. Ullalà ma quanto è elegante questo piatto? Assolutamente da 10 e lode! Baci

    RispondiElimina
  2. Me l'ero persa questa ricetta perché sono una distrattona! È bellissima e mi fa una voglia incredibile con quei sapori di mare stupendi! Una pasta stupenda Cri!!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari